I punti Yuan o punti Sorgente sono generalmente la prima famiglia di punti che gli studenti imparano a memoria. Facili da individuare, questi punti sono un classico nei trattamenti shiatsu di base. Con lo studio approfondito, si rivelano di un’intensità del tutto affascinante che ci porta molto più in là di quanto si possa pensare a prima vista. Riscopriamo i punti yuan o sorgenti e come funzionano.


Ogni studente che si dedica all’apprendimento dei meridiani, studia il punto di partenza, il punto finale e, nel mezzo, il punto Yuan. Perché questa famiglia di punti compare così rapidamente nel percorso di  studio? Innanzitutto perché ogni meridiano ne ha uno, senza eccezioni alla regola, cioè è molto pratico, 12 meridiani = 12 punti Sorgente. Poi perché , i punti Sorgente consentono di rivitalizzare un meridiano, di ri-energizzare anche l’organo associato quando è scarico, soprattutto per quanto riguarda quelli situati sui meridiani Yin (vedi sotto: Utilizzo dei punti Sorgente). Come una molla che si apre, fa salire il Qi in superficie per poi lasciarlo fluire nel meridiano. Inoltre, per designare la parola sorgente in cinese, ci sono due caratteri diversi.

  • La prima 泉 (quán) indica una cavità da cui fuoriesce l’acqua.
  • Il secondo carattere 源 (yuán) prende il primo carattere e vi aggiunge un tasto sinistro che enfatizza l’idea dell’acqua che scorre dalla sorgente. 

È più facile capire che in caso di vuoto, questo punto diventa rapidamente essenziale  per il trattamento.

Tuttavia, non è sempre facile sbloccare questa fonte. Il punto Sorgente può anche diventare “secco” e senza energia. Va quindi stimolato, tonificato, affinché possa svolgere il suo ruolo, e ciò  non è  sempre  indolore. Chiunque abbia già sperimentato un vuoto energetico significativo si  ricorda in che stato si trovava R3, ad esempio. Diventa duro come una roccia e la pressione risulta  molto dolorosa. Per questo, i punti Sorgente emergono molto spesso nei trattamenti e nel bilanciamento dei meridiani tra coppie Yin/Yang con l’ausilio del punto Luo del meridiano di polarità opposta (principio dell’ospite e dell’invitato). I praticanti dovrebbero premerli ogni giorno per controllare le loro condizioni, una autodiagnosi che è abbastanza facile da mettere in atto.

Come funzionano i punti sorgente?

La cosa più importante da sapere quando si utilizzano i Punti Sorgente è conoscere la differenza tra i punti dei meridiani Yang e quelli dei meridiani Yin, poiché i loro effetti non sono gli stessi.

  • Per i meridiani Yin, i punti Sorgente servono per tonificare gli organi, per rivitalizzarli.
  • I punti Sorgente sui meridiani Yang vengono utilizzati soprattutto per eliminare i fattori patogeni.

Secondo il Ling Shu (Asse Spirituale), i punti Sorgente sono da scegliere per trattare le patologie degli organi Yin. C’è un valido motivo, sono in relazione con il Qi originale (Yuan Qi). La Yuan Qi è contenuta nei Reni, immagazzinata in particolare nel Qihai (chin.) / Kikai (giap.), Il famoso VC6, “Mare dell’ energia”.

Secondo il Nan Jing (Classico delle Difficoltà) nel Capitolo 2 ,ci sono alcune informazioni aggiuntive. I punti MC7 e C7 sono entrambi punti “Sorgente del cuore”. Questo perché al momento della stesura di questo classico della medicina cinese, cuore e pericardio erano considerato un organo solo .

Soprattutto è detto, che il Qi originario, situato tra i due reni, nel punto Ming Men (chin.) / Meimon (jap.) alias VG4, la “Porta della Vita”, sia la radice dei 12 meridiani. Il Triplice Riscaldatore permette al Qi originario di circolare nei tre fuochi, di differenziarsi, poi di andare ai diversi organi ed infine ai rispettivi meridiani. Il Qi poi riappare nei punti Sorgente. In altre parole, l’energia che fornisce un meridiano attraverso il suo punto Sorgente non viene dal nulla. È Yuan Qi.

Da sapere: il punto Sorgente del Triplice Riscaldatore funge da acceleratore per la distribuzione dell’energia in tutto il sistema dei meridiani.

Attenzione però a non usarli tutti in una volta in una persona in stato di debolezza generalizzata (esaurimento ad esempio), in quanto l’effetto sarà opposto a quello desiderato. Fondamentalmente, se non c’è abbastanza Qi nel corpo, specialmente nei Reni, chiamare più Qi su un punto “brucerà” quel punto chiedendogli di agire mentre non ha abbastanza risorse per questo. È come far funzionare una macchina senza olio. Molto rapidamente la macchina si surriscalda e alla fine si brucia. Questo vale per tutti i punti del corpo quando il corpo è profondamente indebolito. Per aumentare correttamente l’energia di una persona in questo caso è necessario fare riferimento alla teoria dei 6 livelli energetici.

Quali sono i veri Punti Sorgente dei meridiani Yang?

Poiché poco prima abbiamo detto che i punti Sorgente dei meridiani Yang sono usati per eliminare gli elementi patogeni, non sono quindi i punti che riempiono, ri-energizzano questi meridiani. Ma allora, chi fa il “lavoro”? Questo è il ruolo della famiglia dei Punti He-mare inferiori, il cui nome Mare dovrebbe stuzzicare le nostre orecchie. Quando vedi la parola “Mare” in un atlante di agopuntura, significa che è un punto profondo come il mare, con effetti profondi, che contiene molta energia. La denominazione ” Mare inferiori” indica che il punto è nella parte inferiore del corpo, non che sono di importanza minore! Questi punti sono molto potenti.

Questi punti sono:

  • Per lo Stomaco: ST36 (Zu san li) a 3 cun (una mano) di ST35 che si trova all’angolo esterno ed inferiore della rotula, oppure a 1 cun ext. sotto la tuberosità della tibia. È anche il punto Mare dei 5 Shu antichi  dello Stomaco, quindi doppio effetto.
  • Per l’intestino crasso: ST37 (Shang Ju xu) a 3 cun (una mano) sotto ST36. È anche un punto della cosiddetta famiglia dei 4 Mari. Quindi doppio effetto.
  • Per l’intestino tenue: ST39 (Xia ju xu) a 3 cun (una mano) sotto ST37. È anche un punto della cosiddetta famiglia dei 4 Mari. Quindi doppio effetto.
  • Per il Triplice Riscaldatore: VU39 (Wei yang) a 1 cun laterale verso l’esterno della fossa poplitea (VU40)
  • Per la Vescica Urinaria: VU40 (Wei zhong) al centro della fossa poplitea. È anche il punto Mare dei 5 Shu Antichi della Vescica, quindi doppio effetto.
  • Per la Cistifellea: VB34 (Yang ling quan), nella depressione sotto la testa del perone. Punto Mare dei 5 Shu Antichi, quindi doppio effetto.

Questi punti sono tutti noti e alla fine non sono una sorpresa così grande. Innanzitutto, possiamo vedere chiaramente il potere dello stomaco e della vescica come grandi distributori di energia Yang per quasi tutti gli organi, tranne la VB che si prende cura di se stesso. Poi, tutti i punti tranne quello del TR fanno parte di una seconda famiglia che porta anche la parola “Mare”, che la dice lunga sul loro potere di ricaricare, di nutrire, il meridiano.

Ora che abbiamo chiarito, potremo utilizzare i punti Sorgente secondo la tradizione, cioè includendo anche i punti Yang. Ma quando vogliamo tonificare davvero i meridiani Yang, faremo riferimento all’elenco dei punti He- Mare Inferiori. Così aumenteremo la nostra azione per rivitalizzare tutti i meridiani senza discriminazioni.

Posizione dei Punti Sorgente

La regola dice che per trovare i punti Sorgente bisogna partire dalle estremità degli arti (dita e piedi) senza tener conto della direzione di circolazione del Qi del meridiano. Da lì, il punto Sorgente è sempre il 3° che risale un meridiano Yin e il 4° che risale un meridiano Yang. C’è un’eccezione (che conferma la regola) per la cistifellea dove è il quinto punto. Così, quando si conosce a memoria la posizione dei punti sui meridiani, è facile localizzarli contando dalle estremità degli arti.

Ancora più facile, quasi tutti i punti sorgente dei meridiani del braccio (Shǒu 手) si trovano nella piega del polso, sia interna che esterna (tranne GI4 e PI4 che sono leggermente sfalsati). Sui meridiani della gamba (Zú 足), sono distribuiti come segue: due all’interno del piede, due all’esterno e altri due sulla parte superiore del piede. Sapendo tutto questo, devi solo esercitarti con il seguente elenco.

Riepilogo dei punti Sorgente

  • Polmone: P9
  • Intestino crasso: GI4
  • Stomaco: ST42
  • Milza-Pancreas: M3
  • Cuore: C7
  • Intestino tenue: PI4
  • Vescica Urinaria: VU64
  • Rene: R3
  • Ministro del cuore: MC7
  • Triplice Riscaldatore : TR4
  • Cistifellea: VB40
  • Fegato: F3

P9: Abisso Supremo (Tai Yuan)

Info: Il nome di questo punto indica che è profondo. Si situa  dove c’è l’arteria radiale. Il suo nome antico è ancora più chiaro: Taiyuan, o “Fonte Suprema”, che indica che questo è il luogo in cui viene distribuito il Qi. Per localizzarlo, devi andare nella piega del polso, lungo il percorso del meridiano del Polmone, in una cavità proprio accanto e all’esterno dell’arteria radiale.

Effetti: calma la tosse e fluidifica le secrezioni, tonifica il meridiano del polmone, rinforza i vasi sanguigni.

GI4: fondovalle (He gu)

Info: Conosciuto anche con il nome di Hukou “Bocca della Tigre” (per indicarne la forza, ma anche lo spazio tra l’indice e il pollice), questo punto ha sia il significato di “aggiustare, armonizzare” sia “profondo burrone, gola”. Anche qui, l’idea di profondità ci spiega che questo è un punto Sorgente, che cercherà nelle viscere l’energia necessaria per il meridiano. Fa anche parte dei punti delle 4 barriere.

Effetti: Stimola  la comunicazione nel Luo, scioglie i nodi (ruolo delle 4 barriere), rimuove il dolore, allevia la superficie, elimina il Vento, rettifica lo Yang nella parte superiore del corpo, purifica il Calore, risveglia il cervello, attenua i problemi intestinali, apre gli orifizi, tratta i problemi del viso e del cavo orale, elimina il blocco del sangue mestruale.

ST42: Assalto dello  Yang (Chong yang)

Info: Questo punto ha molti soprannomi che sono tutti molto significativi per la sua funzione: “riunione dei zampilli, riunione della fonte, riunione delle ossa, riunione della piega (flessione della caviglia), riunione dell’ energia Yang”, o semplicemente “collo del piede”. Con tutti questi nomi, è facile localizzarlo. Infatti, si trova sul collo del piede, 1,5 cun sotto il ST41, e vicino all’arteria dorsale del piede, tra i metatarsi dell’alluce e del secondo dito.

Effetti: Ripristina la libera circolazione dello Yang, rinforza la Milza, elimina l’Umidità.

M3: il grande bianco (Tai bai)

Info: Ovviamente, la traduzione di questo punto ricorda lo squalo bianco che nuota nelle fredde acque del Sud Africa, ma non ha nulla a che fare con… tranne forse il dolore che infligge quando non va bene. In realtà, è una pessima traduzione, si dovrebbe dire ” La grande bianca”, che è il soprannome dato in cinese al pianeta Venere. Questo è connesso all’elemento Metallo, è un punto dei 5 Shu antichi che corrisponde alla Terra, quindi che genera Metallo. Ha anche la funzione di punto Ben, cioè Radice. Si trova dietro il 1° metatarso, sul bordo interno del piede.

Effetti: Tonifica la Milza, tratta la diarrea correlata a stati di Vuoto (Milza, Stomaco, Rene)

C7: Porta dello Spirito (Shen men)

Info: è uno dei punti più famosi, perché la sua efficacia nel calmare la mente è molto potente. Ma è anche conosciuto come Duichong, o “Crocevia degli scambi”, perché è all’intersezione di molti aspetti dell’energia, tra cui Sangue, Qi e Shen. Si trova nella piega del polso, lato anteriore, sul meridiano del Cuore.

Effetti: Tonifica il meridiano del Cuore, calma lo Shen, rinvigorisce il Sangue che ancora lo Shen, disperde il fuoco del Cuore, apre gli orifizi, favorisce il sonno, cura l’epilessia, arresta le perdite seminali, allevia la perdita di memoria, cura il mestruo  turbato dalle emozioni.

PI4: Ossa del polso (Wan gu)

Info: localizzato nell’ultima piega dopo la 5a articolazione del  metacarpo, tra carne rossa e bianca, lato del mignolo. Se questo non ti è chiaro, forse puoi dire a te stesso che è alla fine della “linea del cuore” se ti piace leggere le linee della mano. Il significato originale di questo punto è piuttosto curioso. “Hou” rappresentava un personaggio in piedi dietro un prigioniero i cui arti inferiori erano legati. A priori, è una guardia che accompagna il prigioniero, rimanendo indietro, e lo tiene con una corda. Il significato si è evoluto in “camminare allungando un filo” e poi più recentemente nella storia della lingua cinese “indietro, posteriore, retro “. L’altra parola indica un torrente in fondo ad una valle, che nel contesto dei punti Sorgente è abbastanza significativo. Ma chi c’è dietro, nascosto, ma legato da una corda? Vaso Governatore, di cui PI3 è il punto chiave, e questo non fa che  rafforzare il suo ruolo di punto Sorgente.

Effetti: Stimola il Taiyang, elimina l’energia perversa verso l’esterno, comunica con Du Mai (VG), tratta la parte superiore della schiena (punto distale), tratta l’epilessia.

VU64: Osso sporgente (Jing gu)

Info: il nome fa luce sulla sua posizione, viene detto nome “geografico”. In questo caso, l’osso sporgente è quello del bordo laterale del piede (lato esterno). Il punto è appena sotto e davanti (lungo il meridiano) della tuberosità dell’osso. L’altro suo nome è “Os capital”, per sottolinearne l’importanza. Tuttavia, è sorprendente che il punto non sia così profondo. Forse, è l’eccezione che conferma la regola? Oppure, ricorderemo l’esistenza dei punti ” Mare inferiore”, ma questa è un’altra storia …

Effetti: elimina il Vento, disperde il calore, migliora la circolazione nel meridiano.

R3: Valle Suprema (Tai xi)

Effetti: Regola il Chong Mai (Vaso di Penetrazione) e il Ren Mai (Vaso di Concezione), rinvigorisce il meridiano del Rene, ne chiarifica la fonte, controlla il Fuoco, rinfresca il Polmone, arresta i rumori di gola, nutre lo Yin, rinvigorisce il calore buono, utile al corpo ed elimina l’umidità.

MC7: Grande collina (Da ling)

Info: Il punto Yuan del Maestro del Cuore ha molte funzioni. È anche un antico punto Shu con la funzione Terra, è il punto di dispersione (Figlio del Fuoco) e il 4° dei 13 punti demoni (o fantasmi). Si trova a metà tra il punto Yuan del Polmone e quello del Cuore, nella piega del polso, tra i due tendini dei flessori del carpo. Questo posto speciale gli conferisce un ruolo speciale che troviamo in questo altro nome Xinshu (Protettore del Cuore). È lì per proteggere il suo padrone (ricordate che il Cuore è l’Imperatore) e per temporeggiare le emozioni che provengono dal Polmone.

Effetti: calma lo Spirito (Shen) e il Cuore, disperde il Calore del Cuore, solleva la pesantezza dell’articolazione del polso.

TR4: Stagno dello Yang (Yang chi)

Info: Il punto Yuan del Triplice riscaldatore è un caso speciale. Il meridiano del Triplice Riscaldatore, infatti, non è legato ad un organo fisico, ma il suo ruolo è quello di distribuire il Qi di Ming Men (“Porta della Vita”) sui Tre fuochi e, di conseguenza, a tutti i meridiani. Quindi,  il punto Yuan di TR aumenta il Qi in tutti i meridiani e per questo ha bisogno di una grande riserva di Yang, da qui il suo altro nome “Riserva di Yang”. Ma non può essere paragonato a Yang Qi poiché diffonde la Yuan Qi, per questo motivo è anche chiamato “Yang distinto”, per non essere confuso. Si trova in una cavità sul lato dorsale del polso, sul bordo ulnare del tendine estensore delle dita (quindi sul lato auricolare).

Effetti: disperde il Calore, rinforza le articolazioni, allevia i tendini, cura la sordità, nutre i meridiani Yang.

VB40: Grande tumulo (Qiu xu)

Info: Nonostante l’assenza della parola “grande” nel suo nome, i suoi due caratteri lo classificano come tale, poiché può essere letto “tumulo, fianco di una collina, elevazione del terreno” e “tumulo”. Quando usi due parole per significare la stessa cosa, stai cercando l’enfasi. Insomma, tutto è fatto in modo che anatomicamente caschi lì poiché il punto si trova proprio accanto a una zona rialzata (il malleolo esterno della caviglia), in un incavo sotto e davanti, appena fuori dal tendine della caviglia. estensore comune delle dita.

Effetti: Purifica il calore del fegato e della cistifellea, rinforza i tendini e le articolazioni.

F3: Assalto Estremo (Tai chong)

Info: Concludiamo la famiglia dei punti yuan con un altro grande classico dei trattamenti Shiatsu. Il suo nome precedente era “Grande Assalto”, ma non era abbastanza, siamo passati a Supreme per enfatizzare la sua forza. Generalmente vengono mantenuti due sensi: uno per indicare la vicinanza dell’arteria del piede e l’altro per “Grande Assalto”, che corrisponde anche ad una delle sue funzioni che consiste nel far scendere dal corpo il Qi che assale la sommità. Si dice anche che aiuti il ​​Rene, e per una buona ragione, questo punto è appena sopra  R1 che non è un punto Yuan ma è comunque chiamato “Fonte zampillante”. Si trova sulla parte posteriore del piede, risalendo lo spazio metatarsale tra i tarsi 1 e 2, fino a quando non puoi andare oltre (come con GI4) a causa della giunzione delle ossa. Nota che fa anche parte dei punti Shu con la funzione Terra.

Effetti: Fa circolare il Qi e rinforza il meridiano del Fegato, armonizza il Sangue, elimina le convulsioni. In dispersione fa scendere il Qi del Fegato che ristagna al vertice (e provoca mal di testa) e calma lo Yang del Fegato.

Buona pratica !


Autore:  Ivan Bel
Traduzione : Nathalie Durand